Ambrogino d'Oro a Chiara Ferragni: ai suoi piedi un paio di décolleté rosse

Influencer, imprenditori, intrattenitori, Chiara Ferragni e Fedez, una coppia che raggiunge 33 milioni di follower sui social, lo scorso 7 dicembre sono stati insigniti dell’Ambrogino d’Oro, la massima onoreficenza conferita dal Comune di Milano ai propri cittadini che, durante l’anno, si sono positivamente contraddistinti a favore della città

 Alla consegna dell’ambìto premio, la Ferragni, si è presentata con outfit total black sul quale, spiccavano però ai suoi piedi, un paio di décolleté rosse.

Fonte foto: profilo Instagram di Chiara Ferragni
 

L’Ambrogino d’Oro alla coppia social d’Italia

Tutti possiamo essere utili ma possiamo essere davvero utili solo se siamo tutti”. 
Così il cantante Fedez ha commentato l’assegnazione fatta, a lui e alla moglie, dell’Ambrogino d’Oro che, è stato conferito loro il giorno del Patrono di Milano, Sant’Ambrogio. Ricevuto, proprio direttamente, dalle mani del Sindaco Beppe Sala, a Palazzo Marino. 

Le motivazioni che hanno portato l’ambìto riconoscimento nelle mani della famosa coppia, si riferiscono al loro impegno sociale durante la prima fase dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus.
 
Durante quei drammatici momenti, infatti, Chiara e Fedez hanno messo la notorietà al servizio della lotta contro il Covid 19, nel tentativo di lenire le ferite della loro città, Milano. Oltre ad aver sensibilizzato sull’importanza di osservare le regole nel contenimento del contagio, hanno inoltre lanciato una famosa raccolta fondi che ha permesso l’ampliamento in tempi record del reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele.

Le décolleté rosse ai piedi di Chiara Ferragni: il significato nascosto

Per partecipare a questo evento speciale, Chiara Ferragni ha scelto, con il consueto innegabile stile, un outfit total black firmato Dior, con cappotto blu scuro su tubino nero. 
Un particolare saltava però subito all’occhio: sotto il cappotto blu, ai piedi dell’imprenditrice, si potevano ammirare un paio di décolleté di colore rosso, con tacco a spillo e punta, firmate Jimmy Choo
 
E’ la stessa influencer che ha spiegato, sul suo profilo Instagram, la scelta. Le scarpe rosse ai piedi non state un vezzo, ma un vero e proprio gesto simbolico. 
Lei stessa dice: 
Ho indossato un total look Dior, con scarpe rosse come simbolo per dire no alla VIOLENZA CONTRO LE DONNE”. 
E’ così che Chiara Ferragni prende ancora una volta posizione riguardo tematiche sociali ed, in particolare, su di un argomento così attuale e delicato come la violenza sulle donne. 
 
Spesso Chiara, tramite i suoi social, si pronuncia in merito, condannandolo e lo fa parlando col cuore a tutte quelle donne che la seguono, dicendo:
"Chi vi ama, non vi picchia. Chi vi ama, non vi denigra. Chi vi ama, non ferma i vostri sogni."

Le scarpe rosse: la nascita di un simbolo

Ma perché le scarpe rosse sono divenute il simbolo della lotta contro il femminicidio e la violenza contro le donne
 
Era il lontano 2009 quando, l’artista Elina Chauvet, le utilizzo’ nella sua installazione artistica, Zapatos Rojos, realizzata in una piazza di Ciudad Juarez, città del nord Messico, ed ispirata dall’omicidio della sorella per mano del marito. 
 
Non solo l'ha dedicato a lei, ma anche alle centinaia di donne rapite, stuprate e assassinate in quella stessa città di frontiera

E proprio le scarpe rosse ed il colore rosso sono divenuti in molti paesi, tra cui l’Italia, i simboli esibiti il 25 novembre di ogni anno, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999. 
 

 

La denuncia di un fenomeno globale

In Italia, purtroppo, i dati parlano di un aumento di vittime dal 2016 al 2019, tra cui, vittime e autori dei reati sono, in alta percentuale, di nazionalità italiana. Sul finire di questo 2020 dobbiamo registrare in Italia quasi un centinaio di femminicidi, consumati per la maggior parte in ambito familiare. 
 
Secondo i dati Istat, sul numero delle chiamate al numero verde 1522, durante il periodo di lockdown, la quantità delle chiamate è più che raddoppiata rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La risoluzione di questo fenomeno appare purtroppo ancora lontana, ma sicuramente la denuncia, la condanna, il coraggio di parlare, divengono elementi necessari e fondamentali per intravvedere uno spiraglio di luce. 
 
E ricordate sempre: al primo cenno di violenza, anche verbale, scappatePerchè l'amore, è rispetto!


 Valentina

0 commenti