Vanessa Incontrada è la nuova testimonial di Dolce e Gabbana. Quando l'arte di Rubens dona ispirazione

Vanessa Incontrada è una donna bellissima, solare, estroversa ma, soprattutto, una grandissima professionista. Negli anni ha collezionato un successo dopo l'altro: modella, presentatrice tv, attrice, testimonial... E poi, c'è anche la parte social. Si, perché Vanessa è seguitissima da suo pubblico e, la comunicazione con esso, non passa mai in secondo piano.

Chi è Vanessa Incontrada?

Come appena scritto, "Vanessa Incontrada è tante cose nel corpo di una sola persona". E' una donna estremamente talentuosa e, questo, negli anni, le ha permesso di spaziare, senza alcun problema, da un progetto artistico ad un altro, senza sfigurare mai. 

Ma, al di là della sua bravura e della sua presenza scenica, quello che tanto piace di Vanessa, è la sua simpatia e naturalezza. In lei non esistono atteggiamenti da diva o da prima donna. La caratterizza inoltre, l'autoironia, una qualità di pochi.

Bodyshaming

Per chi non sapesse di cosa si tratta, per "bodyshaming" s'intendono: offese e discriminazioni verso l'aspetto fisico di una persona, indipendentemente se quest'ultima è famosa o meno. Queste offese, oltre che "dal vivo", si manifestano sui social o, in generale, nella comunicazione web. Una piaga orribile del nostro Paese.

Se vi state chiedendo cosa centri tutto questo con Vanessa, ve lo spiego subito. 

Quando una donna sceglie di diventare madre, lo fa con la consapevolezza che il suo corpo sta per cambiare e, che questo mutamento, durerà per mesi. E' inevitabile, nulla si può fare, è la natura che vuol così. L'amore verso un figlio ti fa fare tutto e ti dona coraggio da vendere, anche l'accettazione di un corpo che "non è più tuo".

Vanessa Incontrada, nel suo percorso artistico e di vita, si è ritrovata a dover fare i conti con questa gentaglia. Ebbene si, non ho paura di utilizzare questo termine, se vogliamo, poco carino.

Dopo la gravidanza, come capita a "tutte noi comuni mortali", ha faticato nel ritornare nel suo corpo "pre gravidanza" e, questo cambiamento di peso, ha scatenato una serie di pesanti e lunghi periodi di critiche relative alla sua fisicità. Un susseguirsi di "critiche feroci e cattive" come la stessa Vanessa le definisce.

Chiunque abbia un minimo di buon senso si chiede "ma perché tutta questa cattiveria gratuita?" Lo schermo di un cellulare ti rende più stronzo? Per certi soggetti, evidentemente si! Chi siamo noi, che diritto abbiamo di mortificare il prossimo?

Perché molti esseri umani si sentono in diritto di vomitare addosso ad una donna, ma in generale ad un'altra persona, un "sei grassa"? Perché magari non rientra, quest'ultima, in un certo canone? Canone scelto da chi poi? Da una società superficiale totalmente sbagliata!

Vanessa Incontrada ed il body positivity: la foto senza veli per Vanity Fair

"Nessuno mi può giudicare" è la cover di Vanity Fair che vede, come unica protagonista, Vanessa Incontrada.Una Vanessa completamente nuda che ha lo scopo di lanciare un messaggio importante: il body positivity.

E' importante, nella vita, amare se stessi, solo così saremo pronti per amare gli altri. Dobbiamo volor bene al nostro corpo e, soprattutto, imparare ad accettarsi. Solo così saremo in grado di essere persone migliori.

Vanessa ha voluto, con questo forte gesto, promuovere l'idea di una bellezza più inclusiva, una bellezza meno finta e, senza dubbio, una bellezza reale. Del resto, sono ben convita, che i social - per chi non è in grado di capirlo autonomamente - diano una idea completamente sbagliata di bellezza e, un'altrettanto idea sbagliata della percezione del corpo femminile.

Spesso mi chiedo: ma perché, il cervello umano di alcuni individui, pensa di avere il diritto di classificare le persone in base al loro aspetto fisico?

Vanessa Incontrada testimonial per Dolce e Gabbana

Per Vanessa Incontrada arriva una grande rivincita: diventa testimonial per una delle case di moda italiane più famose e talentuose del mondo, Dolce e Gabbana

I due stilisti hanno scelto la Incontrada come volto curvy del brand. Campagna, quest'ultima, ispirata ai quadri del pittore fiammingo, Rubens.

Sono stati realizzati cinque meravigliosi scatti dedicati alla size extensions della collezione femminile di Dolce e Gabbana. Un set decisamente ricco di dettagli e preziosi richiami all'arte barocca: sontuosi tendaggi, velluti, candelabri, fiori e frutta ovunque e una colonna dal capitello ionico.

Viene dunque riprodotta l'atmosfera di quelli che furono i "set" di Rubens e la loro ricchezza. Un grande artistica in grado di trasmettere nelle sue opere pittoriche la morbidezza e la sensualità delle sue modelle, senza però essere mai volgare. 

Colori caldi e morbidi che avvolgono lo spettatore.

Vanessa Incontrada non delude nemmeno qui: ritratta con il make up look che la contraddistingue, unica protagonista indiscussa, presenta con estrema grazia ed eleganza, gli abiti che troveremo nella prossima collezione p/e 2021.

Concludo questo lungo articolo riportando una nota della collezione:

<< Dolce&Gabbana ama da sempre la sensualità femminile in tutte le sue forme ed espressioni. La bellezza non è una taglia, ma uno stato dell’anima, l’attitudine e il coraggio che rendono una donna unica. Ampliare le taglie dei capi è un tributo di Dolce&Gabbana alle donne, alle forme del corpo femminile, e alla bellezza nella sua totalità.>>


0 commenti