Mum and Baby Yoga: rafforzare il legame attraverso la pratica

Lo Yoga è amore ed è anche un bellissimo gioco. Un gioco da fare con la persona che si ama. Fra i regali più preziosi che una neo mamma può concedersi, dopo quello ovviamente del proprio figlio, è riprendere le buoni abitudini verso se stessa senza trascurare il proprio bambino, anzi “integrandolo” nella pratica. 

Se si avesse l’opportunità di praticare in un luogo adatto, un’associazione, una palestra ad esempio, affiancate da professionisti sarebbe sicuramente un'esperienza più completa. 

L’ opportunità per le mamme di praticare yoga in un ambiente a misura di bambino

È importante che la mamma si senta a suo agio, in un ambiente che abbia tutto ciò che potrebbe essergli utile: ad esempio, un angolo per cambiare i bambini e un facile accesso per passeggini. Inoltre, grazie al confronto e l’incontro di altre mamme, si svilupperebbe un forte senso di appartenenza ad una comunità.

Perché le mamme dovrebbero tornare presto a praticare?

Una mamma che ha partorito da un paio di mesi, dopo aver sentito il parere del proprio medico, dovrebbe ritornare a praticare yoga o anche iniziare per la prima volta perché i benefici sono sia fisici che mentali: 
  • Lo yoga allevia lo stress dei primi mesi dopo il parto; 
  • Tonificando gli addominali con una pratica dolce, aiutiamo il ritorno di tutti gli organi al loro posto.
  • La madre riacquista consapevolezza della cintura addominale dopo la gravidanza ritrovando uno stato di equilibrio. 
  • Comprendere meglio come riabilitare il pavimento pelvico e come ascoltare il proprio corpo. 
  • La pratica dello yoga può aiutarle a conoscere sé stesse e approfondire la conoscenza del proprio bambino. 
  • Comprendere l'importanza del rilassamento e della cura di sé.

Come praticare a casa dopo il parto

Prima di tutto, il consiglio che mi sento di dare da madre, prima che da insegnante di Yoga, è quello di “non essere rigidi con se stessi”. Si pratica quando si può e quando si ha voglia. 
Per facilitare comunque l’”allenamento” consiglio di trovare un angolo della casa da lasciare sempre allestito e dedicato a questo tipo di attività. Lo spazio per la pratica deve essere prima di tutto pulito e accogliente

Come prepararlo?:
  • Stendere due tappetini yoga e tenerli vicini. Oppure si può usare il famoso tappeto ad incastro che tornerà sempre utile in futuro per i giochi di vostro figlio. 
  • Posizionare cuscini o coperte arrotolate ai lati del tappetino per circoscrivere in maniera sicura e soft il bebè.
  • Posizionare vicino a voi qualche giochino che potrebbe darci supporto per distrarre il bimbo se necessario. 

Regole d’oro, poche ma preziose: 
  • Le posizioni vanno eseguite dolcemente e senza forzature, anche se si è già praticato yoga prima del parto è meglio eseguire le asana nella loro versione più semplice e meno profonda. 
  • Mantenere sempre il contatto visivo e possibilmente fisico con il bambino durante la pratica.
  • Se il bambino ha fame, sospendere la pratica, provvedere al suo nutrimento e poi se si ha voglia riprendere.
  •  La mamma dovrebbe essere a stomaco vuoto
  • Anche se si hanno a disposizione 10 minuti, fate Yoga con il vostro bebè
  • Riscaldamento. Il riscaldamento è essenziale per consentire alle madri di entrare nella pratica in sicurezza e per rilasciare tutte le tensioni fisiche e mentali. Durante la pratica mamma e bambino hanno il tempo veramente ridotto perché i bambini non hanno la pazienza di essere lasciati soli a guardare, soprattutto se hanno più di 7 mesi. Se potete praticate un paio di Saluti al Sole.

Sequenza di Yoga per Mamma e Bebè

La sequenza illustrata nelle due foto (Foto 1 e 2) sono abbastanza semplici da eseguire e un mix fra posizioni alzate, sedute e sdraiati. Il tempo di mantenimento di ogni posa può essere a discrezione della mamma, del suo stato fisico e del suo tempo a disposizione. 


Iniziate poggiando la schiena sul muro, allineando la colonna vertebrale e sollevando il pavimento pelvico. Tenere il bambino in braccio e scendete piegando le gambe. Attivare bene gambe ed addome. Ripetete i piegamenti (easy squat on the wall) minimo 5 volte. 
 Il bambino non potrà che divertirsi ;-) 
Anche per le gambe, come vedremo a seguire, il muro sarà un valido alleato e supporto. 

Le altre posizioni sono: 
  • Padangusthasana semplice (cercate di ascoltare il vostro corpo e capite quale sia il vostro limite. Se non siete pronte non chiudetevi troppo)
  • Cane a faccia in giù
  • Delfino
  • Gatto
  • Mucca 
  • Posizione della Scimmia (Anjaneyasana) 

Completata questa prima sequenza da alzati e in ginocchio, potete passare alle posizioni da seduti e/o sdraiati. 


Vorrei brevemente esporvi i benefici. 
Le posizioni sulle ginocchia sono le migliori per tornare al tappetino subito dopo il parto. Ripristinano la mobilità della schiena, riattivano delicatamente gli addominali, migliorano la respirazione, stimolano il sistema ormonale soprattutto le dolci torsioni, tonificano tutti gli organi interni, ripristinano la coordinazione e la consapevolezza del corpo dopo la gravidanza. 

Le posizioni da seduti lavorano principalmente su una delicata riattivazione addominale senza compromettere la schiena, aiutano la madre a riprendere la pratica in sicurezza con il suo bambino accanto a lei. Tra i benefici troviamo quelli che influenzano la circolazione del sangue nelle gambe, la tonificazione del pavimento pelvico, lo stiramento della zona lombare. A livello energetico stimolano la digestione e la rivitalizzazione delle funzioni dello stomaco e dell'intestino. 

Le posizioni sdraiate sono molto adatte per riattivare e tonificare la muscolatura della schiena, sciogliendo le tensioni e riequilibrando quindi il sistema nervoso, alleviando anche le tensioni che si creano nella zona cervicale (spesso dovute al continuo allattamento al seno). Sono ottimi per liberare, in sicurezza e con il bambino, tutta la schiena e correggere le cattive abitudini. 
Le posizioni illustrate in foto sono: 
  • Viparita Karani
  • Supta Konasana 
  • Baddha Konasana 
  • Cobra 
  • Bambino Felice 
  • Gomukasana (Muso di vacca) 
  • Posizione del bambino
Care mamma, prendetevi cura di voi stesse e sappiate che, l'amore, passa anche attraverso il tappetino.

Alla prossima,
Namastè
Francesca

0 commenti