Anche gli occhi hanno bisogno di Yoga


Molte persone indossano occhiali o lenti a contatto per migliorare la loro vista ma, sappiamo che, gli occhiali in realtà non curano la vista difettosa, più che altro, ci aiutano a colmare le nostre lacune. 

Bisogna, dunque, imparare a dipendere sempre meno dall’uso degli occhiali. È bene usarli solo quando è assolutamente necessario, togliendoli non appena si ha del tempo libero nel quale gli occhi non siano particolarmente impegnati. 

Ciò aiuterà gli occhi ad adattarsi ed iniziare a funzionare normalmente. 


Cosa è dannoso per la salute degli occhi

Le cause che contribuiscono negativamente alla vista sono

  • Luce artificiale;
  • Illuminazione insufficiente o inadeguata;
  • Uso prolungato del computer
  • Televisione e video;
  • Inefficienza muscolare a causa di ore prolungate di lavoro d’ufficio e studio; 
  • Tensione mentale ed emotiva, condizioni patologiche del corpo ed invecchiamento; 
  • Alimentazione scorretta (cibi pesanti, indigesti, oleosi, piccanti e alimenti in scatola, preparati, preconfezionati e cibo-spazzatura);

Tanti sono dunque i fattori che minacciano i nostri occhi

Dobbiamo prenderci cura di essi senza dare per scontata la loro salute, per questo, sarebbe opportuno coccolarli con lo Yoga ;-)


I falsi miti sulla lettura 

Leggere molto fa bene o male? Contrariamente a quanto comunemente si pensa, leggere molto non danneggia gli occhi, a condizione che la mente e gli occhi siano rilassati mentre appunto si legge. 

Se c’è tensione, allora, anche un breve periodo di lettura può affaticare gli occhi. Bisogna cercare di sviluppare la capacità di leggere con consapevolezza e assumere sempre una buona postura.

Alcuni esercizi utili secondo Swami Satyananda Saraswati

I disturbi oculari più frequenti (escludendo malattie come il glaucoma, il tracoma e la cataratta) oggi sono legati a difetti funzionali dei muscoli oculari esacerbati da croniche tensioni mentali ed emotive. 

Swami Satyananda Saraswati, nel suo libro "Asana Pranayama Mudra Bandha", propone esercizi yoga per gli occhi che aiutano ad alleviare quei disturbi legati al malfunzionamento dei muscoli dell’occhio come miopia, ipermetropia, presbiopia e strabismo.  

Tali esercizi dovrebbero essere praticati regolarmente con pazienza e perseveranza ma, soprattutto, senza aspettative ambiziose

    1) Camminare a piedi nudi 

L’abitudine di camminare a piedi nudi sull’erba, sulla sabbia o la terra nuda, ha effetti rilassanti e benefici sugli occhi. Ciò grazie alle connessioni riflesse tra le piante dei piedi e le aree visive del cervello. Anche esporsi al sole dell’alba o al tramonto, può essere molto utile. Tuttavia, gli occhi dovrebbero comunque essere chiusi. 

    2) Esercizi oculari 

Prima di iniziare la serie di esercizi yoga per gli occhi, è una buona pratica spruzzarsi dell’acqua fredda sulla zona. Ciò aiuterà a stimolare l’afflusso di sangue e, in generale, a tonificare gli occhi 

I muscoli facciali, le sopracciglia e le palpebre dovrebbero rimanere completamente rilassate durante la pratica. 

Dopo ogni esercizio, gli occhi, dovrebbero essere tenuti chiusi e riposati per almeno mezzo minuto. Non si devono indossare occhiali o lenti a contatto per tutta la durata della serie di esercizi.

Sdraiatevi in Shavasana per alcuni minuti dopo il completamento di tutti gli esercizi yoga per gli occhi. 

Fonte foto: www.bigodino.it

Yoga per gli occhi: Palming

Coprire gli occhi con i palmi delle mani (Palming). Sedetevi tranquillamente e chiudete gli occhi. Strofinate energicamente i palmi delle mani fino a quando non diventano caldi. Mettere i palmi delicatamente sopra le palpebre, senza troppa pressione.  

Sentite il calore e l’energia trasmessi dalle mani agli occhi ed i muscoli dell’occhio che si rilassano. Rimanete in questa posizione finché il calore delle mani non è stato assorbito dagli occhi. 

Quando riabbassate le mani continuate a tenere gli occhi chiusi. Ripetete l’esercizio almeno 3 volte. 

Il palming rilassa e rivitalizza i muscoli degli occhi, e stimola la circolazione dell’umore acqueo, il liquido che corre tra la cornea e la lente dell’occhio, aiutando la correzione della visione difettosa.

Yoga per gli occhi: Battere le palpebre (Blinking)

Sedetevi con gli occhi aperti. Battete le palpebre aprendo e chiudendo velocemente gli occhi, fatelo per 10 volte. Chiudete gli occhi e rilassatevi per 5 o 6 respiri profondi. Ripetete 5 volte. 

Spesso, chi ha una vista difettosa, batte le palpebre in modo irregolare ed innaturale

Ciò è dovuto ad un continuo stato di tensione negli occhi. Questo esercizio incoraggia l’ammiccamento riflesso a diventare spontaneo, inducendo il rilassamento del muscoli dell’occhio.

Yoga per gli occhi: Guardare lateralmente 

Assumete una posizione seduta con le gambe dritte di fronte al corpo. Sollevate le braccia lateralmente all’altezza delle spalle, mantenendole dritte, chiudete le mani a pugno e puntate i pollici verso l’alto. 

I pollici dovrebbero essere alla periferia del campo visivo quando la testa è rivolta in avanti. Se non sono chiaramente visibili, portateli leggermente in avanti finché non vengono visualizzati nella visione periferica. 

La testa non dovrebbe muoversi. Guardate un punto fisso direttamente davanti a voi e all’altezza degli occhi. Quindi, senza muovere lateralmente la testa, focalizzate gli occhi esattamente secondo questa sequenza: pollice sinistro, centro (spazio tra le sopracciglia), pollice destro.

Yoga per gli occhi: Guardare di fronte e di lato

Assumete una posizione simile a quella descritta sopra, ma posizionate il pugno sinistro sul ginocchio sinistro con il pollice puntato verso l’alto. 

Tenete il braccio destro sollevato lateralmente verso l’esterno all’altezza delle spalle col pollice destro puntato verso l’alto. Senza muovere la testa, focalizzate gli occhi sul pollice sinistro, quindi sul pollice destro e, infine, tornare al pollice sinistro. 

Ripetete questa operazione per 10 volte: riposate e chiudete gli occhi. 

Ora ripetete la stessa procedura sul lato sinistro del corpo, cioè tenendo stavolta, il braccio destro sul ginocchio destro e quello sinistro esteso lateralmente. Mantenete la testa e la colonna vertebrale dritte per tutto il tempo. 

Alla fine, chiudete e riposate gli occhi.

Yoga per gli occhi: Guardare in alto e in basso

Mantenete la stessa posizione dell’esercizio sopra. Posizionate entrambi i pugni sulle ginocchia con entrambi i pollici puntati verso l’alto. Tenendo le braccia dritte, sollevate lentamente il pollice sinistro seguendo il movimento del pollice con gli occhi. 

Una volta che il pollice è sollevato al massimo, lentamente, tornare alla posizione di partenza, sempre tenendo gli occhi focalizzati sul pollice, senza però muovere la testa. 

Praticate lo stesso movimento con il pollice destro. Ripetete 10 volte con ogni pollice. Mantenete la testa e la colonna vertebrale dritte. 

Quando terminate chiudete e fate riposare gli occhi eventualmente, facendo palming.

Yoga per gli occhi: Rotazione dello sguardo

Mantenete la stessa posizione del corpo dell’esercizio sopra. Posizionate la mano destra sul ginocchio destro. Tenete il pugno sinistro sopra la gamba sinistra con il pollice sinistro puntato verso l’alto ed il gomito dritto. Fate un ampio movimento circolare con il braccio sinistro verso sinistra, poi verso l’alto, curvando a destra ed infine tornando alla posizione di partenza. 

Mantenete gli occhi concentrati sul pollice senza muovere la testa

Eseguite 10 volte in senso orario e poi 10 volte in senso antiorario

Ripetete con il pollice destro. Mantenete la testa e la colonna vertebrale dritte per tutto il tempo. Chiudete e riposate gli occhi e, se necessario, fate palming, alla fine dell’esercizio.

Yoga per gli occhi: fissare la punta del naso

Sedete in una posizione comoda. Distendete il braccio sinistro con il pollice verso l’alto, fissate la punta del pollice. Piegate lentamente il braccio portando il pollice sulla punta del naso, mantenendo gli occhi focalizzati sul pollice. 

Rimanete alcuni secondi in questa posizione. Lentamente raddrizzate il braccio, continuando a fissare il pollice. 

Concluso il primo ciclo, ripetete l’esercizio fino a 10 cicli.

Benefici degli esercizi per gli occhi

Gli esercizi proposti migliorano la messa a fuoco dei muscoli oculari. La rotazione dello sguardo, per esempio, ripristina l’equilibrio nei muscoli che circondano gli occhi e migliora la coordinazione degli occhi.  

Rinforzano i muscoli del bulbo oculare e aiutano a prevenire lo strabismo.

Altri consigli per mantenere la salute degli occhi

1) Se guidate spesso per lunghi percorsi, ogni due ore almeno, fate una sosta ed uscite dall’auto per alleviare la stanchezza. 

2) Quando lavorate al computer, fate una pausa ad intervalli regolari o, almeno, distogliete lo sguardo dal monitor ogni cinque minuti e focalizzatelo su un oggetto lontano

3) Ricordatevi di battere le palpebre a intervalli regolari: quando si è concentrati a lavorare al computer, infatti, si tende a battere di meno le palpebre

4) Se il vostro luogo di lavoro è dotato di aria condizionata o riscaldamento centralizzato, cercate di mantenere una buona ventilazione. 

Bevete molta acqua e, qualora non vi sia possibile aprire una finestra, posizionate una ciotola d’acqua possibilmente vicina ad un calorifero per umidificare l’aria.

Libri consigliati

Asana Pranayama Mudra Bandha di Swami Satyananda Saraswati 

La Cura Naturale dei tuoi occhi di Meir Schneider  

Migliora la tua Vista con la Ginnastica per gli Occhi di Giorgio Ferrario 

Una Vista Eccezionale di Wolfgang Haetscher-Rosenbauer 


<7h2>

0 commenti