Quando la scrittura diventa il tuo mondo: intervista ad Arianna di AriaRandagia

Cara Arianna

intanto grazie per aver accettato la mia intervista. Preciso subito ai nostri lettori e alle nostre lettrici, che noi due ci conosciamo già! Abbiamo avuto modo di collaborare in passato sia nel mondo del bloggin e sia con la mia azienda, Glitter Cosmetics Candle. Per cui, ritrovarci oggi con un’intervista, mi fa davvero tanto piacere

Arianna, io direi di cominciare! Voglio chiederti un po’ di cose! 


 

Iniziamo dagli albori. Per te la lettura è una parte fondamentale della tua vita. Come scegli un nuovo libro da leggere? Qual è il genere letterario che più ti fa battere il cuore? 

Innanzitutto ringrazio io te per questa opportunità! 

Partiamo subito col botto, eh? In effetti la lettura (ma soprattutto la scrittura) è parte integrante della mia vita e scandisce le mie giornate. Se potessi farti vedere le mie librerie e il mio comodino, penseresti che siano letture di persone diverse, ma in realtà a casa sono la sola che legge. 

Sono curiosa e non mi costringo in confini. Se proprio dovessi dare la mia preferenza a un genere, però, opterei per la letteratura mainstream, possibilmente anche un po’ di nicchia. 

Amo i libri immersivi, dai quali non riesci ad uscire fino alla fine, come dopo una lunga apnea. Poi, credo che la scelta sia anche un po’ reciproca… magari una copertina ti occhieggia in mezzo a decine di altre, un titolo ti solletica la curiosità, una quarta copertina ti cattura e… voilà! 

Dalla lettura poi, siamo passati al mondo del blogging… parlaci di cosa scrivi e dove scrivi! Raccontaci dove possiamo leggere i tuoi articoli digitali! 

Sì, il blogging è entrato a far parte della mia vita quasi per caso, nel 2013. Ho creato un blog che parla di ecologia a 360 gradi e di uno stile di vita etico ed in linea con la natura. 

Ogni settimana escono nuovi post e nuovi articoli grazie al contributo spontaneo di alcune appassionate del settore come me. Da circa un anno, invece, ho aperto un piccolo blog che parla di libri: AriaRandagia

Si tratta di uno spazio ancora minuscolo, ma in crescita e trasformazione, che vorrei collegare direttamente alla mia neo attività da editor freelance

Non vedevo l’ora di chiedertelo: raccontaci tutto del tuo racconto! Vogliamo sapere di cosa parla, quando uscirà, dove potremmo reperirlo… insomma, non tenerci sulle spine! 

Beh… diciamo che ultimamente ho preso il coraggio a due mani e mi sono buttata un pò in tutto. Ho partecipato a un concorso letterario per racconti inediti (del quale si conoscerà l’esito solo a fine luglio – incrociate le dita!), ed ho quasi terminato un racconto che sarà pubblicato all’interno della quarta antologia noir dei Fratelli Frilli Editori

L’uscita è prevista per l’autunno e naturalmente si potrà trovare in tutte le librerie fisiche e sulle piattaforme on line

Si tratta di un progetto che mi sta molto a cuore e che amo divulgare perché parte dei proventi andrà all’Associazione Gigi Ghirotti Onlus

Mi dicevi che parteciperai anche ad un concorso letterario. Dicci di più! Tiferemo sicuramente per te! 

Ecco, sì, l’ho anticipato prima… si tratta di un concorso che si chiama “la Svolta” e ruota attorno ad un argomento ormai un po’ caro a tutti dopo questo pazzo periodo di isolamento e riflessione: il cambiamento

Presidente di giuria è Tiziano Scarpa, premio Strega 2009. Niente di meno! 

So che il tuo sogno nel cassetto è quello di fare la editor collaborando per case editrici. E’ un lavoro bellissimo ed affascinante. Secondo te, in Italia, è possibile intraprendere questa strada lavorativa? In parole povere: c’è richiesta di questa figura oppure bisogna sgomitare parecchio? 

Sicuramente il mio sogno è affiorato dal cassetto un po’ tardi, ma la voglia di realizzarlo c’è tutta. E l’impegno pure. 

Sono ancora all’inizio e c’è da studiare moltissimo (non si finisce mai), ma si tratta di un mestiere bellissimo e pieno di gratificazioni

In quest’ultimo anno c’è stato chi ha creduto in me e mi ha affidato il delicato incarico di valutare degli inediti, come la casa editrice Morellini (a settembre uscirà anche un mio articolo sulla rivista digitale, legata alla casa editrice, “l’Orlando curioso”); o di fare l’editing di opere di settore, per lo più tradotte dall’inglese – quindi una bella sfida renderle altrettanto efficaci in italiano –, come la casa editrice Nalanda

Se devo dirti la verità, non ho sgomitato poi tanto. Mi sono proposta, con umiltà ma determinazione; ho guardato le persone negli occhi e ci siamo riconosciute reciprocamente la medesima passione dentro. 

Quindi, sarò un’idealista, ma credo che ci sia ancora posto per chi vuole intraprendere questa carriera, a patto che si porti in dote un bel bagaglio di competenza, serietà e spirito di adattamento. Bisogna essere un po’ elastici per calibrare i ritmi che questa professione richiede con le normali attività di tutti i giorni, è un gioco di incastri. Bellissimo, però. 

Concludo con un’ultima domanda: cosa consigli a chi vorrebbe fare l’editor come mestiere? Quale percorso formativo è consigliabile intraprendere? 

Consiglio innanzitutto di crearsi una buona base. Di leggere molto, sottolineando a matita passaggi e parole che ci colpiscono, come per creare una sorta di “mappa mentale” per le letture successive. 

Poi, di studiare su ottime grammatiche e su prontuari di punteggiatura (suggerisco l’imprescindibile Mortara Garavelli). 

Utile, ma non indispensabile, seguire qualche corso. Soprattutto in questo periodo l’offerta on line si è arricchita moltissimo, ma bisogna stare attenti ai corsi “farlocchi”. Esistono anche molte, moltissime risorse da sfruttare gratuitamente su internet e YouTube

Insomma, strumenti ne abbiamo quanti se ne vuole. Io ho frequentato due corsi, tra il 2019 e il 2020, molto ben strutturati. Il primo era incentrato sulle tecniche narrative, mentre il secondo entrava più nello specifico della struttura del romanzo. Entrambi avevano come insegnante una persona meravigliosa, ottima scrittrice e donna dotata di un’ironia deliziosa: Barbara Fiorio – detta anche CapoB

Per chi fosse interessato può cercare la pagina degli scrittori pigri su Facebook e gli si aprirà un mondo! Al momento sto studiando i testi del Master Editing di Diego di Dio

Tornando ai consigli, posso aggiungere di conoscere persone con la stessa passione per creare scambi stimolanti, frequentare gruppi, seguire interviste e presentazioni. 

Vivere coi libri come fossero i nostri migliori amici, perché… lo sono. 

Grazie cara amica per aver dedicato il tuo tempo a me e ai nostri lettori. Chiacchierare con te è sempre un gran piacere, il nostro WhatsApp ne sa qualcosa! Se vuoi lasciare dei riferimenti tuoi, dei tuoi canali social, blog… qualsiasi cosa, fallo pure! Sicuramente a chi ci legge farà piacere venirti a trovare, seppur virtualmente! 

Beh, ti ringrazio! 

Al momento posso dare appuntamento a chi vorrà seguirmi sulla pagina di AriaRandagia

Presto spero di potervi aprire le porte di un nuovo progetto che non svelo per scaramanzia! 

Per tutti coloro che desiderano contattarmi per un preventivo o anche per semplici consigli, lascio il mio “bollente” recapito What’sApp: 3486906400. 

E ricordate: non permettete a nessuno di dirvi che qualcosa è irrealizzabile, alzatevi, puntate lo sguardo al vostro obiettivo e fatela! 

Un abbraccio! Anche a te, cara!

 

0 commenti